top of page

LA PREGHIERA DEL PADRE NOSTRO RIVISTA IN CHIAVE NATUROSOPHICA

Aggiornamento: 24 gen

LA PREGHIERA DEL CUORE E' UNA DELLE FORME DI PREGHIERA UTILIZZATE DAI NATUROSOPHI

La Preghiera del Padre nostro è l’unica preghiera attribuita a Gesù Cristo, la quale insieme alle Beatitudini, costituisce la più piena e autentica espressione della dottrina cristiana.


Molto spesso viene recitata meccanicamente, come se nei Vangeli ci fosse l’espresso comando di ripeterla a pappardella, in realtà questa preghiera è solo un “modello” di preghiera del cuore insegnato nel Vangelo, affinché ognuno prenda spunto da essa e la rielabori in modo originale.


La Naturosophia ha voluto “re-interpretare” questa preghiera in forma esoterica nel seguente modo:


Padre nostro: Essere Assoluto, Sorgente della Divinità, Luce primordiale, Uno Cosmico ed Essenza Divina.


Che sei nei Cieli: nella tua natura originaria e trascendente, tu che sei l’origine ed il fine di tutte le cose visibili e invisibili, e noi siamo in te come tu sei in noi.


Sia santificato il nome tuo: sia reso onore alla Spiritualità autentica, che proviene dall’Essere Assoluto, dall’Io sono, il Dio vivente, e cioè la vita stessa, la Natura in ogni sua manifestazione visibile e invisibile.


Venga il tuo Regno: e che la creazione si rinnovi nella consapevolezza del Bene, nel Risveglio della Coscienza, riconoscendosi come parte integrante del Tutto Cosmico, si compia l’evoluzione del regno interiore così come di quello esteriore, una dimensione di pace sulla Terra, e di armonia con la Natura, in modo particolare la pace regni dentro il cuore di ogni essere vivente.


Sia fatta la tua volontà, come in Cielo così in Terra: possa l’umanità seguire la via del Bene, praticare la Saggezza, vivere con Amore, Rettitudine e Giustizia, seguendo l’etica, il buonsenso, l’equità, la compassione e la nobiltà d’animo.


Dacci oggi il nostro pane quotidiano: si risvegli in noi la consapevolezza del valore dei frutti di Madre Terra e del proprio lavoro, affinché non nasca in noi l’accidia, e non manchi mai nulla ai nostri cari così come a nessun uomo, donna, bambino, anziano e ai nostri amici animali.


Rimetti a noi i nostri debiti: si risvegli in noi il coraggio di perdonare noi stessi, i nostri errori, con il proposito di non commetterli mai più, e la consapevolezza che chi commette il male verso il prossimo, in realtà lo compie verso sé stesso, a causa della sua ignoranza, poiché non riconosce che “gli altri siamo noi, e che tutto è Dio, e non esiste nulla che non lo sia”.


Come noi li rimettiamo ai nostri debitori: perdoniamo sempre il nostro prossimo, poiché nemmeno noi siamo esenti dall’errore, anche noi siamo sotto l’egida dell’Ego, di Satana, l’avversario dell’uomo, e con ciò riconosciamo che il vero nemico siamo noi stessi, poiché non esiste nemico al di fuori di noi, gli altri sono il nostro specchio.


Non lasciare che cadiamo vittima delle tentazioni, ma liberaci dalle illusioni del male: solo attraverso il Risveglio interiore della Coscienza, nonché tramite una nuova forma di Consapevolezza basata sul Bene, l’essere umano può divenire Saggio, scegliendo deliberatamente la Luce, e accantonando l’illusorietà del male, dell’Ego, della paura e delle tenebre dell’ignoranza.


Amen: così si compia, ora e per sempre, esprimo gratitudine alla vita, al Dio vivente.


La Preghiera del Padre nostro, insieme alla Preghiera del cuore (cioè il dialogo spontaneo con il Dio interiore, ovvero la nostra Coscienza ed Essenza Divina), insieme alla Scienza Spirituale della Preghiera (una forma di Magia naturale) ed alla Meditazione, sono le uniche forme di preghiera praticate dal Naturosopho.


In verità al Naturosopho è richiesto di pregare con la sua stessa vita, pertanto ogni sua parola, gesto e azione dovranno essere pieni di amore, solo così egli trasformerà la sua stessa esistenza in una “preghiera vivente”.


Infatti, egli non usa la forma di Preghiera comune, praticata dalla stragrande maggioranza delle persone, e cioè quella di supplica, automatica o meccanica (in forma negativa e di lamento), o i mantra, i rosari e le ripetizioni di formule infinite, perché questa forma di preghiera non fa altro che:

- effettuare un lavaggio sistematico del cervello, diminuendo il numero dei collegamenti sinaptici;

- abbassare il livello di consapevolezza o di veglia, addormentando letteralmente l’uso del raziocinio e del buonsenso, poiché la forma di Preghiera comune è pericolosa, oscurantista e infantile.


ASCOLTA LA PREGHIERA DEL PADRE NOSTRO RIVISTA IN CHIAVE NATUROSOPHICA RECITATA DAL MAESTRO ARALDO DELLA NATUROSOPHIA GUARDANDO IL VIDEO

--------------------------------------------------------------------------------


Per coloro che fossero interessati a conoscere maggiormente la Naturosophia e a prenderla a modello per migliorare la qualità della propria vita invitiamo a visitare la Pagina dedicata sul nostro sito web.



GUARDA IL VIDEO TRAILER SULLA NATUROSOPHIA



149 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page